solutions
ConnectedVehicles_negative
ConnectedVehicles_negative

Connected Vehicles

Connected Vehicles

Only those who will risk going too far can possibly find out how far one can go

Thomas Stearns Eliot – Poeta

Come migliorare la sicurezza stradale e gestire più efficacemente i flussi di traffico veicolare? Come fornire al conducente servizi in tempo reale, come mappe ad alta risoluzione, guida assistita, accesso ad internet e manutenzione predittiva?

I sensori montati su molti veicoli, come radar, lidar e videocamere, rilevano già le informazioni sulle distanze dagli oggetti circostanti e sulle loro velocità.
Nell’immediato futuro un dialogo continuo con le altre vetture e con l’ambiente circostante renderà l’automobile un elemento connesso. Semafori, edifici, satelliti, stazioni di servizio e autostrade negozieranno con la vettura traiettorie e consumi, le chiederanno stato di usura dei componenti e invieranno preziose informazioni sulla sicurezza stradale.
I veicoli impareranno dunque a capire il contesto, e comunicheranno al conducente informazioni di qualità in modo che lo stesso possa adottare contromisure per evitare incidenti o inserirsi in un flusso più scorrevole.

Nel portare la connettività ad un livello totalmente nuovo è necessario prestare attenzione a possibili “effetti collaterali” indesiderati: il sovraccarico di informazioni, i maggiori rischi per la cybersicurezza e la privacy dovuti alla condivisione dei dati ed infine il consumo di energia associato a tutti questi nuovi servizi.

 
Più connessa. Più sicura?

Anche senza immaginare veicoli completamente autonomi la connessione, sia essa per una macchina agricola o una vettura sportiva, un camion o un treno, è una delle rivoluzioni in corso in questo momento. Una rivoluzione, questa, che apre sfide ancora da scoprire appieno, in particolare per la sicurezza delle informazioni, la riduzione della latenza e l’efficienza energetica.

Serviranno connessioni veloci come il protocollo 5G, innovative modalità di elaborazione dei dati e nuovi algoritmi  per le varie centraline elettroniche presenti nel veicolo.

Infrastrutture intelligenti

Teoresi sta esplorando lo sviluppo di sistemi di trasporto intelligenti cooperativi (cooperative intelligent transport systems, C-ITS) che consentiranno a utenti, veicoli e infrastrutture di comunicare e condividere informazioni basandosi su uno standard comune. Si lavora ad un sistema condiviso, basato su tecnologie IoT e 5G in cui ogni oggetto intelligente potrà essere connesso.

Questo flusso di informazioni richiede un’innovazione radicale di tutta l’elettronica legata ai trasporti e un nuovo modo di sviluppare il software dei sistemi di controllo e di comunicazione.

connected_vehicle_solution_image
The Challenges

Collega la realtà fisica con il mondo digitale

Vehicle-to-Everything (V2X)

Connetti tutte le cose nel mondo

5G and Edge Computing

Rimani al sicuro durante la connessione

Cybersecurity
Teoresi’s standpoint

Il 5G, nuovo paradigma di comunicazione, promette densità di connessioni oggi inimmaginabili. Milioni di dispositivi di varia natura potranno essere connessi assieme in aree di pochi chilometri quadrati. Molti calcoli, oggi eseguiti in locale, potranno essere risolti in remoto. La connessione presenta nuove sfide: le informazioni scambiate tra veicolo e infrastruttura presentano particolari problematiche di vulnerabilità. Le tecnologie di scambio dati all’interno del veicolo (CAN ed Automotive Ethernet) sono suscettibili di attacchi, i dati  della vettura possono essere rubati o corrotti durante la  comunicazione con il cloud.

C’è bisogno di una specifica «cybersecurity» per i veicoli connessi.

Il cloud remoto non è sempre la soluzione: l’edge computing, cioè una forma più locale di calcolo è un’altra nuova tecnologia da monitorare e integrare per i vantaggi che offre/promette in particolare in termini di efficienza energetica di calcolo. L’energia del veicolo infatti deve essere ottimizzata, specialmente nel caso di macchine elettriche.

Teoresi quotidianamente lavora con diversi clienti per quel che riguarda tutte le problematiche di integrazione e connessione delle centraline. Tutti i protocolli di comunicazione sono competenza dei nostri team, compresi i servizi cloud per gestire i Big Data delle flotte.

Stiamo sviluppando servizi OTA per la diagnosi, il software update e la calibrazione dei veicoli su strada.  In particolare:

• Diagnosi Remota
• Aggiornamento e gestione OTA del software e delle calibrazioni ECU
• Prognostica remota
• Sviluppo, analisi  e gestione dei Dati flotta
• Android Auto, sviluppo software e HMI
• Servizi di cloud computing and edge computing

connected-photo2

 
Forse sei interessato a questi prodotti Scopri i prodotti dei nostri partner
 
updates Latest news